Una Foto, Un Testo e mille ricordi che saltano per aria da qualsiasi parte !

Una Foto ed un Testo, centinaia di scatti impressi nella nostra memoria collettiva e che hanno lasciato un’impronta molto più grande e significativa di quello che si pensava…

da | 29/05/2021 | IMMAGINI DI MEMORIA | 0 commenti

Stavo sorvolando le foto che devo ancora inserire in Bacheca e, guarda caso, mi è venuta un’altra idea e che vorrei esporre qui, niente di particolare per carità, ma solo una idea che potrebbe dare un altro impulso al nostro sito, alla nostra memoria <<collettiva>>. E mi spiego!

Osservando le varie facce stampate sulle foto mi sono chiesto quali fossero state le esperienze, gli attimi prima, dopo e durante lo scatto dell’apparecchio fotografico, chi ha scattato la foto e cosa ricordiamo dell’immagine stampata, dei compagni che erano insieme sulla foto e le loro abitudini, tendenze o consuetudini così come le manie o comportamenti vari o anche strani.
Le foto rappresentano il più delle volte momenti particolari, un viaggio scolastico, oppure una partita sul famoso campo di sabbia, una processione o anche una discussione a proposito del tutto e del nulla, come in ogni gruppo nel cortile.

A partire da questo lunedì cercheremo di pubblicare una foto che rappresenta qualcosa a una o uno di voi e che fa scattare in mente centinaia di ricordi, di attimi sospesi e di cazziate d’epoca, un salto nel passato di tutti noi, passato che non è stato ancora seppellito, ci mancherebbe altro.
Come prima foto vi ho inserito un attimo di “riposo” meritato di alcune dei compagni del mio periodo, tutti seduti sulle scalinate sul fianco e mezzo retro della scuola, dove c’era il parcheggio delle auto per la messa della domenica. Tutti quelli sulla foto li ho conosciuti tutti personalmente, alcuni erano in classe con il vostro Webmaster ed altri erano nella classe appena dietro alla nostra, eravamo sempre assieme e ne abbiamo fatte di cotte e crude, forse molte più crude che cotte…

Ho chiesto a Nando Guitar Bonapace di raccontarci uno scampo della foto, mettere i nomi sulle facce e descrivere o narrare le loro qualità o meno, le loro abitudini e attitudini, non si sa mai! Per vostra info e per chi non conoscesse Nando Bonapace, Nando è l’unico che non guarda l’obiettivo, il lato sinistro era ed è ancora il suo lato migliore!!!

Quindi, lunedì 31 maggio avremo il primo “testo” che aprirà la strada ad altri testi, ad altre circostanze e altri ricordi e siete tutte e tutti invitati, sempre se lo desiderate ovviamente,  a scegliere una foto e raccontarci le vostre cazziate d’epoca, i vostri ricordi più belli o anche strambi, improbabili e che non avete mai dimenticato. Mano alla penna e diamoci sotto, la storia è sempre più bella quando è raccontata da chi c’era e che l’ha vissuta.

Farò una cernita tra la marea di foto che abbiamo e senz’altro manderò messaggi mail con la foto inclusa a chi era presente nell’attimo dello scatto, no kidding…

Qui di seguito la foto che sarà il punto di partenza per l’articolo di lunedì prossimo, una gran bella foto e vi assicuro che le foto seguenti saranno dello stesso spessore!!!

TANTI AUGURI A :

CI HANNO SCRITTO

        Tags : | Una foto un testo |