IL CORTILE | SACERDOTI & CO

Giraudo Costanzo Don

Purtroppo il nostro caro Don Giraudo è mancato al Cairo, il giorno 21/06/1992 a 79 anni.
Un saluto molto caro e amichevole da parte nostra a tutti coloro che se ne sono purtroppo già “iti”…

 

Il Cortile

Alunni & Co, SSB

Un capoccione grosso così, e dentro un’intelligenza acuta che spaziava dalla filosofia alla teologia, dalla storia alle scienze: “Il piccolo San Tommaso” lo chiamavano già da chierico, e quel titolo glielo confermò anche un suo fratello Domenicano che insegnava filosofia all’Angelicum di Roma. Sistematico, sempre raccolto in se stesso, di poche parole, quasi da sembrare “asciutto”, era invece un efficace narratore e aveva un fine senso dell’umorismo.

Preciso e metodico; camminava su e giù per il corridoio e dalla porta a vetri dava uno sguardo proprio quando, guarda  caso, Roberto era uscito per respirare, Porchetto era fuori posto o Tojo con la testa fra le nuvole! All’intervallo mi chiamava e con quel tono cadenzato di voce mi diceva: “Come assistente dovresti essere più attento a quello che fanno i ragazzi, invece di concentrati sul tuo libro di filosofia”.

La filosofia me la fece amare proprio lui, con le sue esposizioni chiare, il suo argomentare convincente …
Era incaricato della biblioteca e quando notò che divoravo le opere di Teilhard de Chardin, spruzzò un po’ di acqua fresca sui miei entusiasmi, invitandomi a non dimenticare “i classici”. Fu lui a segnalarmi ai superiori come possibile studente all’Ateneo Salesiano di Roma.

Era anche molto concreto: durante tutto l’anno nella sua camera raccoglieva tutto quello che avrebbe potuto servire per la “Kermesse” nella festa di Maria Ausiliatrice. E quando andavamo in montagna, ci faceva raccogliere le pigne dei cedri per piantarne i semi al Houssoun, oppure per mandarne a Cremisan, “dove li pianteranno nella nostra bella pineta”.

Qualcuno di quei cedri, sopravvissuto agli assalti delle capre o dei tagliatori di alberi di Natale, è ancora lì …

Gianni Caputa

        Tags : | estinto |

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *