Fuoco e Furia

Retroscena clamorosi, segreti di famiglia e "Trump confidential" in un bestseller che ha fatto infuriare il presidente

AUTORE


  • Michael Wolff
    Giornalista politico e scrittore di successo, ha ricevuto numerosi premi per il suo lavoro, tra cui due National Magazine Awards. Scrive regolarmente su “Vanity Fair”, “Hollywood Reporter”, “GQ” (edizione inglese), “USA Today” e “The Guardian”. Tra i suoi libri ricordiamo i bestseller Burn Rate e The Man Who Owns the News.

 

CASA EDITRICE


Fuoco e Furia

di Michael Wolff

Rizzoli Libri | Data di uscita: 15/01/2019 | ISBN carta: 9788817109048


Una delle poche volte che non rileggo il libro, trama alquanto sorprendente come finale e come un tutto, non sono riuscito a capire se tutto quello che ho letto sia vero, un po’ meno di vero o falso in parte, o tutto una sceneggiata…

L’uomo lo conosciamo tutti, fa ridere e anche piangere molte volte ma é sempre il Presidente degli Stati Uniti, che lo si voglia o meno. Non so quanto ci possa essere di “inventato”, l’autore, Michael Wolff é uno di quei scrittori e giornalisti che non scrivono tanto per annerire lo schermo o la pagina del quaderno, che ha ricevuto un sacco di premi per un lavoro alquanto serio e responsabile e non “inventa” in pratica nulla, almeno nei libri precedenti a questo su Donald.

Sono rimasto alquanto perplesso per come l’attuale Presidente USA sia stato eletto, una marea di paragrafi sull’ipotetico, o meno, aiuto da parte della Russia e di Putin, un altro getto di paragrafi su quanto ha fatto o meno la candidata dei Democratici, Hillary Clinton, tutti convinti che avrebbe vinto senza sforzi e senza patemi d’animo.

Ed invece, la realtà del risultato finale é stato catalogato da molti giornali, riviste e programmi specializzati sia alla TV che alla radio, come un’astrattezza, una impossibile astrattezza o perlomeno una “illusione irreale”. Tutto un programma.

La realtà é che l’attuale Presidente degli USA, sempre secondo l’autore, ha fatto quello che ha fatto e detto durante la campagna presidenziale sempre convinto di perdere le elezioni, visto e considerato il carico da undici che rappresentava il partito Democratico, mai si sarebbe immaginato vincere le elezioni, così come tutto il suo staff per la campagna elettorale che era convinto al 120% di perdere le elezioni e che in pratica faceva dire a Trump durante i comizi delle “frasi” molto sensibili e del tutto innovative, innovative sotto un punto di vista del “Spacchiamo tutto e poi si vedrà cosa fare”. Un programma elettorale da far riflettere.

Bisogna anche però mettere i puntini sulla campagna elettorale della Hillary, più che convinta di poter smantellare la torre Trump in quattro e quattro otto, senza neanche fare un passo più del necessario, sembrava quasi fatta ed in pratica ci abbiamo creduto in tanti, il sottoscritto compreso.

Il libro é pieno di fatti e anche di “non-fatti”, un subbuglio terribile che si riesce a leggere tra le righe, cioè Trump era veramente impreparato ad assumere la carica odierna e attuale ed impreparato anche a “parlare”, a “dialogare” sia con i giornalisti che con gli stretti collaboratori. Collaboratori che sono stati scaricati settimana dopo settimana, una valanga di licenziamenti da far spavento anche nella situazione in cui ci troviamo attualmente.

Non l’ho riletto, non ne ho proprio voglia, ma proprio per niente, ma ve lo consiglio caldamente, a libro finito si capiscono meglio certi fatti e prese di posizione dei collaboratori, stretti o meno, del Presidente e di come é riuscito a piazzare ai posti più “delicati” gran parte dei membri della sua famiglia più stretta, contro il parere degli “esperti” della Casa Bianca. 

Tutto un programma!

TRAMA


Tratto dal sito della Rizzoli : 

L’avvento alla presidenza di Trump è stato travolgente e scandaloso per gli Stati Uniti e il mondo intero.

Per raccontarne gli effetti, Michael Wolff, che già lo aveva seguito in campagna elettorale, ha raccolto in questo libro i retroscena inediti di ciò che accade nello Studio Ovale.
Trump pensava realmente di vincere?
E lo voleva davvero?
Perché ha licenziato molti di coloro che lo avevano portato alla vittoria?
Chi è la gola profonda delle rivelazioni sugli incontri tra il suo staff e i russi?
Chi sta dirigendo davvero il Paese?

Fuoco e furia è il libro che Trump ha tentato invano di bloccare, un caso mondiale che racconta la storia di un mandato imprevedibile e impetuoso quanto il presidente stesso.

da | 12/07/2020 | LIBRI | 0 commenti

Circa l'autore

Diego

Dal 1963 al 1969, ragazzi che avventura...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CI HANNO SCRITTO