Non perdiamoci di vista

da | 05/07/2008 | INCONTRI & COLLOQUI | 0 commenti

C’ero anch’io…

Prendo spunto da un intervento di Bruna Brughera nel forum…

E’ passato poco meno di un anno dall’8 luglio, é stato varato il sito e dato avvio al forum, a fronte di risultati molto positivi: aver permesso ad ex compagni anche di anni lontanissimi di ritrovarci, ed anche ad alcuni della sezione americana che ci hanno permesso di venire a conoscenza di un sito che riunisce parte di loro.

Kikka

Webmaster in seconda, SSB

Raduno di Roma 27/28/29 giugno 2008


Tuttavia anche non volendo appare chiaro ed evidente che “il cortile della scuola” è molto deserto e frequentato  solo da pochi, non sono l’unica a stupirsene o a chiedersi il perché, nulla si può imporre né si vuole interferire con la vita dei singoli, unicamente capire se e quanto reale interesse vi sia nell’essersi ritrovati, se e quanto interesse vi sia a fare insieme delle grandi o piccole cose, questo è quello che ho imparato dai Salesiani, questo è sempre stato lo spirito, questo è quanto ci si auspicava succedesse, forse sarebbe carino da parte di chi così non la vive che si esprimesse per dare almeno e solo una volta una opinione personale, noi comunque continueremo a fare quello che abbiamo iniziato e a mantenere rapporti e voglia di vederci quando e se si può.

Vorremmo evitare di inviarvi ancora mail e newsletter se non sono gradite, inutile disturbare voi e farci carico di un maggior lavoro noi vi chiediamo quindi la cortesia di comunicarcelo, una mail, 5 minuti persi riteniamo che possiate fare questo piccolo sforzo…domandare è lecito…rispondere buona educazione!

Ciò detto è stato tuttavia bellissimo anche questo anno malgrado le numerose assenze silenziose…..nessun grazie Bruna quello che si fa lo si fa per proprio piacere e con il cuore: ora però metto il dito nella piaga….se no non sarei io!!!!

Ho parlato di assenze silenziose…..molti che non potevano venire hanno scritto, telefonato, insomma erano veramente rammaricati del resto ognuno di noi ha impegni e problemi che non sempre permettono di fare ciò che si vorrebbe, la mia domanda invece è DOVE SON FINITE EMOZIONI E I non PERDIAMOCI  DI VISTA dello scorso 8 luglio di MOLTI???

Su un elenco che conta più di 160 ex allievi di cui molti ripescati dopo l’8 luglio, tolti i partecipanti e chi non potendo venire ha ritenuto di volerlo comunicare proprio forse perchè spiaciuto di non esserci, fatta salva una percentuale che sicuramente avrà avuto dei gravi problemi che distraevano e sicuramente portavano la testa lontano da meeting, sito ecc.., a mio avviso ancora troppi sono i silenziosi, a mio avviso e lo dico proprio perché io ho tutt’ora la collezione di mail dello scorso anno, e ben presente l’emozione di chi c’era….non posso non chiedermi ma….si è esaurito il tutto l’8 luglio sera???

La teoria del molto occupato purtroppo non fa più presa su di me, non mi ritengo più occupata di altri ma almeno quanto altri eppur ci sono, così come ci sono stati altri che hanno la loro vita, il loro lavoro, i loro problemi nè più nè meno come tutti….
Ritrovarsi e non volersi più perdere di vista per me aveva ed ha un sapore diverso….ci sta la mangiata, il cazzeggiamento sotto i pini ma il resto????

Prendere come spunto il 50° di Don Bedon era una occasione, ma a tutti è arrivato un programma di 3 giorni che dava la possibilità di stare insieme di più e meglio e fra un cazzeggiamento e l’altro anche parlare di cose serie che tradotte in una parola si chiamano SOLIDARIETA!
Verso chi? Verso tutti quelli che hanno condiviso anche se in momenti diversi le nostre stesse esperienze scolastiche o di vita libanese, non basta un abbraccio dopo 40 anni, volendo e uniti si può fare molto e per tutti; ognuno di noi è passibile di attraversare momenti meno sereni, meno felici o di dolore o problematici, se solo fossimo TUTTI UNITI forse il problema di uno potrebbe essere da molti soluzionato…..era forse troppo avere questo SOGNO?

SOLIDARIETA verso chi dalla vita ha avuto molto meno di noi……IL FORNO DI BETLEMME non è più un sogno ma una realtà……
MONS FLAVIO GIOVENALE e la sua lotta per dare una vita “dignitosa” a tanti ragazzi e ragazze….anche quello non è più un sogno…….

Non vorrei citare per ultimo D. Bedon, forse in pochi non l’hanno conosciuto bene o a lungo ma i molti sì….e scusate ma su quella Croce che è la Croce Salesiana è stato inciso “ex allievi Beirut” congloba TUTTI non solo i presenti o chi non presente ha voluto partecipare….

Lo so che vi è chi ha criticato anche questo, sinceramente chiedo a tutti ma nella vostra vita non siete mai dovuti andare ad un matrimonio con tanto di regalo, sicuramente più costoso, di persone di cui come si suol dire a Roma “non ve ne poteva fregà de meno?” Non avete mai dovuto fare regali a Natale a persone solo per relazioni di lavoro o cosidette pubbliche?

Non voglio risposte, rispondetevi da soli….e allora forse capirete che ad un “nonno” perchè D. Bedon ormai è nonno di tutti, portare al collo la Croce Salesiana con la scritta ex allievi Beirut forse regala un sorriso ogni giorno e quel sorriso costava così poco!
Glielo abbiamo regalato a nome di tutti ugualmente……

E se qualcuno dovesse fare la riflessione ma se fossimo stati in 100 ad esempio, ne sarebbero avanzati di euro, ho già la risposta pronta :
– primo non avremmo dovuto rinunciare alla sala come è stato per far quadrare i conti fatti sulla base di 60 ex allievi;
– secondo e MOLTO più importante il di più andava a finire nella busta o nelle buste non sollecitate ma spontanee, date a Don Masedu per quella farina che sforna pane per i poveri!!! Avreste anche senza volere e senza grande sforzo economico potuto regalare un sorriso a chi sa cos’è NON AVER DA MANGIARE!

Come anticipato personalmente e con rammarico, non perchè soffro di protagonismo, ma perchè qualcuno deve pur darsi da fare visto che da sole le cose non si organizzano e D. Caputa non può fare tutto da Gerusalemme, io sono dimissionaria a tutti gli effetti dal 29 giugno, rimarrò presente invece per tutti quelli che c’erano o hanno voluto manifestarsi per dire “purtroppo vorrei venire ma non posso”, non so e non penso quando e se vi sarà un prossimo meeting, qualcuno se lo riterrà darà il dovuto aiuto per organizzarlo, per quanto concerne invece tutti i presenti fisicamente o con il cuore Bruna dice che lo faremo al Nord, io dico che lo faremo tenendo conto delle distanze di chi ha veramente voglia di vivere queste emozioni, di rivedersi e sentirsi anche durante l’anno, per un saluto, un augurio o molto di più, ecco per questo incontro la mia disponibilità vi è ancora tutta!

Non vi sono più differenze di età che separano, siamo tutti cresciuti abbastanza credo… SPERO…. E se ci si sente in qualche modo vicini penso che abbiamo saputo dimostrarcelo.
Patrizia e Danilo che anagraficamente erano sicuramente i più giovani al Fabulous non credo di sbagliare se dico che si sono sentiti parte del gruppo degli anagraficamente più grandi….

Tutto questo è presente anche sul forum a disposizione soprattutto degli “ospiti non iscritti” che hanno scelto di leggerci rimanendo in silenzio si è voluto fosse ancor più visibile nel sito… magari qualche silenzioso riacquisterà la parola!!!

Don Bosco ne ha fatti di miracoli ben più importanti magari farà anche questo!

        Tags : | incontro 2008 |

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *