SIMONE SRUGI ALL’UNIVERSITÀ DI BETLEMME (PALESTINA)

da | 10/11/2021 | DAI NOSTRI INVIATI | 0 commenti

© Foto originali inviate da don Gianni

Carissime e Carissimi, una veloce segnalazione di un semplice evento che, speriamo, potrebbe avere interessanti sviluppi.

Statevi bene.

Don Gianni

SALESIANO DOC, SSB

Per decenni il confratello arabo Sim‘ān Srugi fu incaricato dell’Ambulatorio medico-infermieristico annesso alla casa salesiana di Betgamāl. Dal 1930 al 1942 registrò accuratamente nomi dei pazienti, tipi di malattie e di cure, villaggi di provenienza. Sono stati conservati 8 Registri (l’ultimo è ora esposto al “Museo Casa Don Bosco” di Torino-Valdocco). Essi documentano il servizio sanitario che ogni giorno veniva prestato a diecine di ammalati (40-45 in media, per un totale di oltre 30.000), provenienti da più di 70 villaggi, alcuni distanti 60 km.

Da qualche tempo questi Registri e i quaderni annessi (prontuari, taccuini, ricettari …), hanno attirato l’attenzione dei ricercatori. Il 4 Novembre scorso, l’Università di Betlemme ha lanciato il progetto di uno studio interdisciplinare di questo patrimonio archivistico inesplorato, dal punto di vista sociologico, medico-infermieristico, culturale. Tra i partecipanti, alcuni discendenti di quei pazienti, ora abitanti nei campi profughi dell’area di Betlemme, tra i quali è ancora viva la memoria di Sim‘ān Srugi, “el doctòr”.

Le autorità accademiche e religiose intervenute alla presentazione, hanno incoraggiato l’iniziativa, i cui risultati faranno conoscere meglio quel periodo storico della Palestina Mandataria, e il ruolo importante che la comunità salesiana di Betgamāl svolse in quella regione, povera e affetta da malaria endemica. Srugi non agiva da solo: era coadiuvato da suor Tersilla Ferrero FMA (infermiera diplomata all’ospedale italiano di Damasco) e dal signor Dikràn Ciakmakgiàn, cooperatore salesiano. Il preside del Dipartimento di Humanities, musulmano, osservò: “Noi tutti siamo religiosi, perché crediamo in Dio, preghiamo …; ma la religione vera la si dimostra con i fatti. Mu‘allem Srugi è un modello!”

Per maggiore informazione, cf il link: https://www.bethlehem.edu/2021/11/05/deir-beit-gamal/

        Tags : | Simone Srugi |