La Siria sta veramente male e anche sopravvivere diventa complicato…

Che macello, sociale, politico, culturale e sanitario, non ci sono altre parole…

© Foto originale tratta dal video stesso

La Graziella Popolani, che ringraziamo seduta stante e sull’attenti, ci ha segnalato questo video scovato su YouTube e che fa venire la pelle d’oca ma non per i motivi soliti e assodati!! Il video è stato emanato dalla emittente RT FRANCE o questa mattina oppure qualche mattina fa, ma in questi giorni recenti e ve lo dico subito fa rizzare i capelli sulla testa, dietro e quei pochi davanti che mi sono rimasti.

Non aggiungo altro, non ne vale la pena proprio : guardatelo e poi mi dite la vostra…

Carissimi, ho ricevuto da un amico siriano di Aleppo il seguente commento :

Frère Georges che è grande amico l’ha detto chiaramente: Che lascino la Siria in pace!
Tutti i nostri fedeli concittadini sanno che tutto questo è stato importato per far inginocchiare la Siria e farle accettare il piano mondiale o occidentale del “fatto compiuto”, soprattutto riguardo al problema Israelo-arabo-palestinese… Basti vedere come vari paesi arabi sono stati costretti per interessi economici a inginocchiarsi davanti a  Israele…
Noi e il Libano come sai abbiamo circa 3 milioni di palestinesi. La Siria desidera che la questione si risolva come è stato decretato all’ONU con la costituzione dei due stati, e non di accettare ciecamente i dettami d’Israele e dei suoi alleati.
Sono stati criticati la Russia, la Cina, Hezbollah e con lui l’Iran per aver sostenuto la Siria. Ma senza quello, la Siria sarebbe stata in situazione peggiore dell’Irak, dello Yemen e della Libia. La Siria nonostante tutto ha conservato finora l’unità della nazione, della presidenza, del governo, del parlamento e dell’esercito. Non c’è stata né guerra civile né guerra religiosa, come vogliono far credere. Il Presidente è ben voluto ancora dalla maggioranza e non è un carnefice, come vogliono descriverlo.Tutte queste cose le sanno i nostri famigliari e concittadini rimasti tutti questi anni in Siria. E non quelli costretti a scappare all’Estero dove le notizie arrivavano tutte politicizzate e falsificate…
Non dimentichiamo che i cristiani con Assad han visto l’apogeo della loro dignità. Non è un Presidente delle minoranze, come vogliono descriverlo (Alawita o altro): è un laicista e vuole uno stato moderno.
Sette nazioni hanno contribuito alla guerra siriana e continuano: Israele, USA, Gran Bretagna, Francia, Arabia Saudita, Qatar e Turchia… 
C’e’ molto da dire ancora ma penso basti per il momento…
Ti ringrazio dell’occasione.

Don Gianni

SALESIANO DOC, SSB

        Tags : | situazione in siria |