CoronaViruStrunz : episodio 24/03/2020

Roba da matti, una ne fanno e cento ne pensano, non mi meraviglio neanche più anche se stavolta é davvero una di quelle cazziate da mettersi a piangere...

da | Mar 24, 2020 | DAI NOSTRI INVIATI | 0 commenti

Non avevo più internet da un paio di giorni, sovraccarico dovuto al numero di utenti allo stesso momento, siamo tutti a casa e dove abito avere giornali italioti o leggere la BBC lo si fa solo attraverso la rete, non c’é scampo. E tutto questo aumenta il numero di connessioni in un giorno solo, moltiplicato per una settimana di già, speriamo bene.

Le giornate sono abbastanza veloci, con o senza internet, si scoprono un miliardo di cose da fare a casa, pitturare, pulire, buttare roba accatastata da un 20 anni circa e mai guardata, indumenti che non metto più e che ho regalato ad associazioni che si occupano di riciclare il tutto a quelli che ne hanno bisogno, non sono mai stato capace di buttare via niente.
Una mania della mamma, proveniva da una famiglia di 10 figli, 5 femmine e 5 maschi, non si sprecava mai niente, il paletot o cappotto del primo figlio maschio una volta “girato” diventava il paletot del secondo figlio maschio e via di questo passo, per le ragazze erano le gonne oltre che al cappotto, insomma mia mamma come del resto molte delle mamme dell’epoca non dilapidava assolutamente niente, parola di webmaster. E dopo tutti questi anni mi sono rimaste alcune “abitudini” che non riesco a far passare oltre, qualcuno potrebbe chiamarle anche “manie”…

Cerco di leggere il più possibile ma diventa sempre più difficile concentrarsi sulle pagine di un libro qualsiasi, la mente viaggia a mille sulle ali del CoronaViruStrunz e non riesco a togliermi di dosso idee particolari, se riusciremo a passare attraverso questo bruttissimo momento e quante bottiglie di Prosecco per un brindisi finale con tutto il cortile presente, tutto il cortile mi raccomando.

E come diceva qualcuno anni fa, “Tiremm Innaz”…

Qui di seguito invece un fatto che ho letto questa mattina su di un giornale USA, fa piangere dal ridere o fa ridere dal piangere, fate voi…

Sembra una barzelletta ma purtroppo non lo é…

Non ci posso ancora credere e ho dovuto leggere la notizia un paio di volte, mi sembra ancora impossibile arrivare a certi livelli e quindi, nell’ipotesi che anche sul suolo Italico qualcuno abbia la stessa idea, vi propongo la storia ed il finale non proprio da film comico, tutt’altro…

Una coppia di cittadini dell’Arizona, siamo sempre negli Stati Uniti ben inteso, dopo aver ascoltato uno dei tanti discorsi/interventi di Trump, Presidente USA, in televisione ha scrupolosamente seguito il monito del Presidente stesso e ha ingurgitato un sorso di fosfato di clorochina, prodotto che dovrebbe essere il punto di partenza (!) per un antiViruStrunz per debellare una delle situazioni più delicate e preoccupanti degli ultimi 100 anni del nostro pianeta tutto intero.

Solo che il marito é purtroppo deceduto mentre la moglie é gravemente malata e ricoverata nel reparto corrispondente dopo aver bevuto ciascuno un cucchiaio di questo famoso fosfato di clorochina sotto forma di detergente per vasca dei pesci o acquario se preferite, nel tentativo di automedicarsi contro il coronavirus.

Si, avete proprio letto giusto, acquario : ma chi te lo fa fare una di quelle cazziate del genere?????

Donald Trump, questo lunedì, ha di nuovo vantato i meriti della clorochina, un antimalarico che sempre secondo il Presidente USA potrebbe “davvero fare la differenza” nella lotta contro il coronavirus se usato come trattamento. “C’è una buona probabilità che questo avrà un impatto enorme. Sarebbe un regalo dal cielo se funzionasse. Sarebbe un punto di svolta. Vedremo“, ha detto il presidente degli Stati Uniti nel suo briefing quotidiano con la stampa.

Intervistata da NBC News, la moglie, sempre ricoverata in ospedale, ha detto che l’idea è venuta dopo aver visto il presidente USA esaltare le virtù della clorochina in uno dei tanti briefing con la stampa. “Hanno continuato a dire che è stato approvato per altre cose. Trump ha detto che era praticamente come una cura”, ha ripetuto la moglie, e ricordando anche di “averla usata in passato per le sue carpe koi.” Ho visto il contenitore sullo scaffale e ho pensato, “Non sarebbe quello di cui stanno parlando in TV?”, ha detto a NBC News.

E quindi ha fatto appello agli americani: “Mio Dio, non prendere nulla [qualsiasi sostanza]. Non credere a quello che dice il presidente o la sua squadra, non sanno di cosa stanno parlando. Chiamate il medico e seguite scrupolosamente quello che vi dice.

Lungi da me l’idea di mettermi a ridere in un frangente come questo o anche di metterla sul “poco serio” per non dire altro, ma santo cielo da dove sbucano? Da dove arrivano? Chi li manda? Forse sarebbe meglio che si smetta di credere che i vari Superman, Batman e la prole di figli con o senza ultra poteri, sia mai esistita, ma non esisterà mai, qualcuno dovrà pur fare lo sforzo di scrivere qualcosa a proposito, no kidding…

Quindi, anche se penso che non ci sia bisogno di scriverlo, il prodotto che si utilizza per pulire le vasche dei pesci o acquari anche se contiene del fosfato di clorochina non funziona per niente contro il ViruStrunz, non lo ha mai fatto e non lo farà probabilmente mai, almeno così c’é scritto sui vari giornali e riviste specializzate.

Circa l'autore

Diego

Dal 1963 al 1969, ragazzi che avventura...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CI HANNO SCRITTO

RSS LA BACHECA