CoronaViruStrunz : episodio 18/03/2020

Anche il Regno Unito con le stesse condizioni degli altri Paesi Europei, un maremoto di decisioni di governo che ci stanno cambiando la vita, poco ma sicuro...

da | Mar 18, 2020 | DAI NOSTRI INVIATI | 0 commenti

Foto originale tratta dal sito della BBC


Ci siamo, anche il Regno Unito attraverso il suo Primo Ministro e altri membri del governo sta dibattendo sulle attività che si potranno, o meno, fare nei prossimi giorni e la decisione di chiudere scuole, atenei e università ha indotto il governo stesso a cancellare gli esami previsti a maggio e giugno prossimi, un gran bel bordello anche se stavolta con un pronunciato accento inglese.

Boris Johnson, il Primo Ministro inglese sta dialogando con i giornalisti, rispondendo alle inevitabili domande che arrivano immancabilmente alla fine del suo intervento, sembra un’altra persona, meno altezzoso di sempre e con la parlantina molto più sensata di qualche settimana fa quando scherzando aveva assicurato che una situazione come quella italiana non si sarebbe mai vista nel Regno Unito, no kidding…

Il suo governo ha preso la decisione di posporre i prossimi esami delle scuole ma hanno anche purtroppo previsto una escalation di decessi nei prossimi giorni e settimane, le persone che malauguratamente saranno infette sta aumentando giorno dopo giorno e sia in televisione e radio locali e nazionali si possono ascoltare “spot pubblicitari” ma sempre e solo per far ragionare gli inglesi e chiedendo loro di non uscire di casa se non é necessario.

Hanno già previsto mancanza di posti letto e chiedono con una insistenza direi “insistente” di tenere gli anziani sempre chiusi in casa e di non mischiare i più giovani con i più anziani, situazione che diventa problematica quando sai che la maggior parte degli anziani ha sempre tenuto d’occhio i giovani che non possono andare a scuola, anche da loro come da noi tra l’altro.

Continuano a far vedere colonne di carrelli appena fuori dei supermercati, carrelli che non aspettano altro di essere riempiti, carta da cesso oblige…, qui in Francia in certe zone del paese non si trovano più farina, caffè, insomma non vorrei esagerare ma vorrei ricordare che siamo in guerra contro un virus, non contro un altro paese o stato da cui acquistiamo grano per farina e caffè da macinare.

La situazione della carta igienica sta diventando una quasi barzelletta di stato, danno un sacco di consigli in televisione o alla radio ma domandano anche di non comprare carta da cesso in eccesso, ci sta tutta la rima, non serve e addirittura ieri sera al telegiornale hanno fatto vedere una fabbrica di rotoli di carta che ha assicurato il giornalista che lo stock di carta non sembra scemare e ce ne dovrebbe essere ancora per qualche anno nel caso in cui…

A parte gli scherzi, disgraziatamente il numero di morti sta aumentando dappertutto come in Spagna, case di cura per anziani bombardate dal virus, mentre in Italia nelle ultime 24 ore ci sono stati più di 400 (427 al momento di scrivere queste righe !!!) decessi causa virus : facciamo tutto quello che ci vuole per riportare la situazione ad un livello più normale e mandare a FanKiodo, paese molto distante, sto Virus della malora.

Ragazzi, non so voi ma stavolta mi sembra una gran brutta situazione, molto confusa e disordinata, una bolgia infernale da far rabbrividire il nostro Dante ed il suo Inferno, Vade Sempre Più Retro CoronaViruStrunZ…

        Tags : | Coronavirus |

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *