IL CORTILE

Immagini di Memoria...

Espressioni di idee, cose, fatti, persone …

 

IL CORTILE SSB

da | 09/01/2019

LE ULTIME DAL VIGNETO…

Si era appena agli albori del 2019 e don Gianni ci aveva inviato questa sua missiva come Auguri di Buon Anno, missiva che abbiamo «steso» come Editoriale permanente per l’anno in corso.

Buona Lettura

Diego

Er Webmaster..., SSB

Carissime Amiche e Amici Beirutini e Hussunioti,
Penso che abbiate trascorso ottime giornate in famiglia e con gli amici, e che stiate tutte/-ti bene. Vi rinnovo i migliori auguri per il Nuovo Anno che abbiamo iniziato da 10 giorni. .

Con il 2019, il nostro sito SSB entra fra i teen-agers, essendo venuto al mondo digitale nel 2007, dopo le tre giornate romane di concepimento vissute insieme al Ristorante sull’Appia, al “S.Cuore” di via Marsala e al camping “Fabulous” sulla Cristoforo Colombo (caspita che “levatrici” e padrini nobili, di cielo, terra e mare!).

Cosciente di questo “passaggio d’età”, il nostro boss webmaster Diego, nei mesi scorsi (districandosi in mezzo a mille impegni fra Sud-Est Francia, Veneto, Belgio e Inghilterra) si è preso cura del fanciullo, in molti e svariati modi, riuscendo a portare a termine le seguenti operazioni non semplici: 

  1. prevenire l’esplosione/collasso delle gallerie foto e video, scorporandole in una sezione a parte;
  2. dargli una nuova veste grafica e renderlo più interattivo;
  3. difenderlo da ripetuti  attacchi da parte di hakers; qualcuno di questi pirati informatici è riuscito a violare perfino il sito dell’FBI, ma nessuno ha superato il nostro sistema di protezione: onore e merito a Diego. E dato che ci sono, permettetemi di ringraziarlo anche per la quota annuale che paga di tasca sua per rinnovare l’uso/accesso del/al domain del server..

Vi anticipo che (da questo numero in avanti), troverete sul sito novità inedite. Ad es. nella sezione narrativa (racconti, diari) ospiteremo alcune pagine delle “memorie” di Umberto Corsini che descrivono la vita in famiglia, alla scuola e in città dal 1972 al 1977, fino al drammatico viaggio dei maturandi dal porto di Junieh al Pireo via Cipro …
Da parte mia, avendo inaspettatamente ritrovato un vecchio raccoglitore, “posterò” alcuni scampoli di corrispondenza degli anni 74-76 quando alcuni di voi mi facevano giungere a Cremisan tramite il sig. Castelli o il colonnello Ferrandino, foglietti o letterine  (Giorgio, Massimo, Rita Toiani, Fernanda, ecc.). Chiedo agli interessati  previa autorizzazione, assicurandoli che non violerò la normativa della privacy …Evidentemente la cornice è e resta quella della famiglia educativa e spirituale che siamo riusciti a creare e mantenere tra di noi in tutti questi decenni.

A proposito di questa “cornice”, non posso non chiudere questa letterina senza rifarmi a Don Bosco che è alla radice di tutto e che festeggeremo l’ultimo giorno di Gennaio. Un solo pensiero che credo attualissimo e valido in ogni contesto umano nelle dinamiche relazionali fra genitori e figli, educatori e educandi, colleghi e amici, nativi e immigrati …: “Non basta amare le persone; bisogna che si accorgano di essere amate”.
Cioé non basta voler bene; le persone devono percepire, sentire concretamente che sono considerate, stimate, ben volute, amate.  Pace al vecchio René Descartes col suo “cogito”, noi tutti sappiamo che “Esisto perché mi sento amato e perchè amo”; “Faccio esistere altri perché, quando, in quanto li amo in maniera che si accorgano di essere amati”, cioè percepiscano sensibilmente che per me essi contano, hanno valore.

Don Bosco ci aiuti a crescere in questa esperienza, sempre con l’entusiasmo dei teen-agers!

Vostro don Gianni

Caputa Gianni

Caputa Gianni

Salesiano DOC

Arrivato a bordo m/n Esperia il 17 ottobre 1963…