Time Capsule, come viaggiare nel tempo…

da 27/05/2019ESPRESSIONI0 commenti

CAPSULA DEL TEMPO

Una capsula del tempo (TIME CAPSULE) è un contenitore appositamente preparato per conservare oggetti o informazioni destinate ad essere ritrovate in un’epoca futura …, tratto da Wikipedia.

Per farla più semplice, diciamo che queste Capsule del Tempo sono preparate e “nascoste” il più delle volte come simbolo della prima pietra di un edificio qualsiasi di una certa importanza o simile, mentre altre volte come in questo caso, si tratta di scatole di latta o metallo nascoste da persone che desiderano lasciare una traccia del loro passaggio da qualche parte, come una scuola o liceo o anche un collegio.

Non dimentichiamoci dei segni lasciati sui muri di una prigione o di una cella, i segni che abbiamo ritrovato sui muri di tante grotte, simboli di una civiltà che era sul posto parecchi milioni di anni fa, fanno anche loro parte di una specie di Capsula temporale.

Diego

Qualche giorno fa, durante un telegiornale della BBC, sono stato colpito, per non dire altro, da una notizia assai strabiliante ed interessante per tanti motivi : durante uno scavo per ripulire le macerie di una vecchia scuola, un “Escavatore” o Gru ha ripescato una scatola in pratica sigillata dagli anni passati a più di un metro sottoterra e che era stata “seminata” o sotterrata dalle allieve e professoresse di una scuola femminile degli inizi del secolo scorso, scuola che come detto in precedenza non esiste più.

Allora mi é venuta in mente una di quelle domande che ti prendono per i cosiddetti e non ti mollano in pratica più, roba da altri tempi appunto. E cioè mi sarebbe veramente  piaciuto sapere da tutte e tutti voi se per caso una di queste Capsule fosse stata “immersa” e nascosta da qualche parte nella nostra vecchia scuola.

 Sarebbe straordinario sapere se qualcuno ha lasciato un segno del nostro passaggio da qualche parte nel cortile o anche in uno dei vari sotterranei della scuola, un messaggio lasciato per i posteri e che è ancora seppellito all’interno di una scatola di latta o simile.

Per carità, dato che ormai sappiamo tutti che al posto della scuola c’è un palazzone di parecchi piani, forse la scatola anche sigillata ha fatto la fine del povero asciugamano, detto in dialetto veneto d’epoca non tanto remota, sarebbe a dire che la scatola si trova attualmente riciclata e mescolata al cemento armato del palazzone stesso di Via Verdun. 

Fermo restando che questo sito è ormai diventato la Capsula Spazio-temporale di quasi tutti coloro che hanno speso, anche se solo per un giorno, qualche momento determinante e anche speciale, la domanda che mi sono posto al termine del servizio della BBC è scivolata in pratica da sola :
Ma che  cosa ci si può trovare dentro ad una di queste Capsule temporali???

Quali sarebbero gli oggetti che avreste messo nella scatola come vostra testimonianza sul Cortile della Scuola?

Che tipo di contenuto potrebbe essere racimolato nella vostra scatola? Oggetti rappresentativi dell’epoca, giornali, registrazioni, fotografie, monete ecc., oppure, fra altri oggetti ritrovati, un disco a 78 giri come quello ripescato nella Capsula della scuola del notiziario?

Insomma che cosa ci mettereste voi?

Sarebbe bello e interessante avere le vostre “scatole del tempo” con un massimo di 5 oggetti da seppellire, oggetti che vi rappresentano o anche potrebbero rappresentare l’epoca nella quale avete vissuto la nostra vita, la vostre esperienze di vita, i sogni realizzati o meno.


Dateci il contenuto della vostra “Capsula” e faremo di tutto per metterle tutte assieme sul sito del Cortile, l’unico posto per sotterrare la nostra Capsula Temporale da lasciare come un ricordo di come era la vita a scuola e la vita a Beirut in quegli anni…

Potete inserire la vostra lista come “Commento” a questo articolo, oppure potete scrivere al Webmaster Diego – webmaster@scuola-salesiani-beirut.org con la lista dei 5 oggetti da “inviare nel futuro” o anche lasciare la lista come commento sulla pagina SSB su Facebook.

In ogni caso, rispondiamo a todos…

CI HANNO SCRITTO

Archivi

Circa l'autore

Diego

Dal 1963 al 1969, ragazzi che avventura...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *