Libri per tutti

Photo by César Viteri on Unsplash

Libri per tutti è stato un programma televisivo italiano letterario, andato in onda sul Programma Nazionale nel periodo 1962-1963, il mercoledì alle 22:25, per circa un’ora[Servizio documentazione e studi RAI – Annuario RAI 1962, 1963, Eri Edizioni]. La prima puntata andò in onda mercoledì 3 gennaio 1962. Era presentato da Luigi Silori. In studio, per leggere brani scelti di libri, l’attrice Carla Bizzarri [AA.VV. – Enciclopedia della Televisione, 2002, Garzanti].

L’inizio qui sopra l’ho scovato su Wikipedia e l’ho copiato soltanto per poter utilizzare il titolo della trasmissione che ho voluto uguale al titolo del programma, dando cioè a Cesare quello che appartiene a Cesare, mi sembrava ovvio…

Questa nuova rubrica fa da seguito alla nuova impostazione del sito SSB, abbiamo cambiato parecchio e abbiamo voluto ripristinare alcune delle attività del cortile, non solo lo sport fisico ma anche lo sport mentale dando a tutti gli aficionados del cortile una nuova sfaccettatura del cortile stesso.

Come già scritto articoli fa, non so se ve lo ricordate ma quasi tutte le mattine si parlava di dischi, della lunghezza delle gonne delle compagne di classe, di film e talvolta anche di libri ma qui si tratta di andare più in là della parlata o della chiacchierata soltanto, si tratta di proporre, di suggerire alcuni dei libri che abbiamo letto e che pensiamo siano interessanti per tutti, un libro al mese questo è l’obiettivo principale.

Visto e considerato che questo è il numero ZERO, tanto per intenderci, vi faccio il regalo di quello che sono riuscito a leggere far un momento di afa ed un’altra, in pratica tutti con un ventilatore personale attaccato alla cintura dei pantaloni per raffreddare tutto quello che era possibile raffreddare.

Buona Lettura


 

Death in Bordeaux

(Superintendent Lannes #1)


 

Non sono riuscito a smettere di girare le pagine neanche dopo la mezzanotte, il libro l’ho letto nella lingua originale dell’autore ma sono più che convinto che si possa trovare anche in lingua italica. Scritto in una maniera impeccabile e molto facile da assimilare, il libro racconta un pezzo della storia della situazione franco-francese agli inizi della seconda guerra mondiale, siamo nella primavera del 1940 e quindi la scena non è soltanto il ritrovamento di un cadavere mutilato per benino ma anche il fatto che tutto diventa molto più complicato appena le divisioni tedesche si “installano” in sito, con tanto di obbligo molto significativo ed esplicito a concentrare il tutto per un invio “suggerito” ai dirigenti tedeschi, da poco arrivati a Bordeaux.

L’indagine con il malloppo che va appresso viene consegnato al Commissario (Superintendent) Lannes che, insieme alla situazione alquanto complessa fra indagine, rapporto con i superiori e con vari dirigenti tedeschi, ha anche un problema in famiglia, dato che il figlio arruolato e al Fronte non dà notizie da un pezzo e nessuno sa dove possa essere o se sia ancora di questo mondo.

Le cose si complicano, alcuni dei sospettati diventano “persone intoccabili”, in pratica sotto protezione del “governo” tedesco a Bordeaux e quindi la situazione diventa sempre più densa e simile ad un lago di sabbie mobili, dove tocchi vai sempre più in giù senza alcuna possibilità di tirarti fuori anche solo per una boccata d’aria.

DEATH IN BORDEAUX è il primo di una storia in quattro capitoli, DARK SUMMER IN BORDEAUX , COLD WINTER IN BORDEAUX e END GAMES IN BORDEAUX sono gli altri tre “capitoli” che parlano più o meno della stessa storia o vicenda, finale da non raccontare, Surprise….

Il tutto in una città dove all’epoca, come tra l’altro un po’ dappertutto in Europa,  si fermavano tutti per il pranzo a mezzogiorno, compresi i ladri e affini, con primo, secondo, formaggio e caffè, senza dimenticare la sgnappa insieme al caffè e la sigaretta od il sigaro mezzo toscano.

Buona Lettura e ditemi la vostra in proposito…

AUTORE : Allan Massie

EDITORE : Quartet Books