Il sito SSB ha messo su una bella pancia e non sta tanto bene

da | 31/08/2018 | PHŒNICIA, SSB : Sito & Co | 0 commenti

Dunque, cercherò di farla breve e concisa ma sarà difficile di farla troppo breve, quien sabe…

Dopo la megagalattica “mischia totale” del raduno 2007, in tanti abbiamo pensato di mettere in piedi un sito per rinforzare quel sentimento di “cortile” della scuola che aveva un certo non so che ma che era ritornato a galla dopo il raduno appunto e che stava diventando una quasi esigenza per cercare di ricucire i vecchi legami, compagni di classe scomparsi dopo l’esame di maturità, ma anche spezzoni interi di vita vissuta che stavano ritornando a galla, quasi fosse dopo un temporale durato un’eternità.

Il sito allora era solo un legame di ex-compagne e compagni, un ricettacolo di che cosa eravamo diventati dopo la scuola e la strada percorsa da ognuno di noi per arrivare a Roma nel 2207.
Poi incominciarono a sbarcare una marea di foto che all’epoca si pensava arginare in qualche pagina qui e la e da inserire nel sito come una categoria propria ad hoc.
WHAT A BLOODY MISTAKE…

Purtroppo il vostro webmaster “preferito” come del resto la Kikka, allora e tuttora rappresentante femminile della STANZA DEI BOTTONI, non ha preventivato la “valanga” di foto che siamo riusciti a trovare, digitalizzare, catalogare e inserire sul sito nell’addebito album con nome e fiche tecnica, il tutto per un quasi tre anni senza sosta e che ci ha portato in pratica sull’orlo del precipizio, dove ci troviamo attualmente, e se non facciamo qualcosa il sito delle foto parte da solo per non so dove e non torna più…
Quindi vi domanderò per l’ennesima volta una sventagliata di pazienza ma devo per forza fermare il tutto per non cadere nel precipizio appunto.

Il sito della FOTOTEK lo tolgo dal nostro sito SSB e lo rimettiamo a nuovo su un sito proprio e con un nome ad hoc più congeniale e che mi faciliterebbe il lavoro odierno in maniera straordinaria, non vi nascondo che sto sognando ad occhi aperti, senza ricadere negli errori fatti in pratica fin dall’inizio.
Nessuno di noi aveva mai preventivato un tale numero di foto e ricordi del genere, siamo arrivati ad un numero di foto tale che se non mettiamo i puntini sulle “i” ci toccherà mettere i puntini anche su tutte le altre lettere dell’alfabeto italiano ma anche indiano e vietnamita…

Senza dimenticare che prima della fine dell’anno sono più che convinto che qualcuno ritornerà alla carica con altre foto ed altri ricordi e ci vorrà dunque lo spazio necessario per portare a termine il progetto che ci eravamo fissati anni fa e cioè rimettere insieme tutti i ricordi della nostra scuola di Beirut per poter un giorno dire “Ce l’abbiamo fatta”, la scuola non c’è più ma non è morta per niente.

Quindi, ripeto, abbiate pazienza e fra non molto tolgo il link verso la FOTOTECA e cerco di trovare una soluzione più facile per tutti e che ci dia la possibilità di poter continuare ancora per qualche anno, poi si vedrà…