Ciao a tutti! Chiedo scusa ma ruberò un po’ del vostro tempo perché ho un malaugurato “difetto” a voler rimetter i birilli al loro posto e far chiarezza, in questo mare di nebbia mediterranea…

Prima che mi dimentichi e anche prima di tutto, vorrei ringraziare di tutto cuore Yasmine, Bice, Marilù e la Bruna (saprete poi il perché una volta letto il tutto…) per il loro pronto appoggio, assistenza e senza dubbio grande contributo, non dimenticando di aggiungere che non vi lasceremo da sole in un prossimo futuro, ne siamo più che certi!

Chi sono Nera e Pirro??? Vi presento, senza indugio alcuno, i cani di Flavio, Nera e Pirro appunto, due amici per la pelle del nostro Flavio…

  • Nera vive con Flavio da una decina d’anni, forse anche di più e chi in questi anni ha “frequentato” Flavio e la sua truppa canina, sa cosa vuol dire avere un legame o anche unione  con cuccioloni di più di dieci anni di età, in tanti possono confermare e anche avvalorare quello che sto dicendo.
  • Pirro ha 11 anni, claudicante a causa di un investimento stradale non curato, che ha vissuto tra un canile e l’altro, volutamente e intensamente “adottato” da Flavio un po’ più di un anno fa, non vi sono molte frasi da costruire per definire questi rapporti, particolari ed intensi, solo un grande AMORE e Flavio ama i suoi cani, con tutto quello che ciò comporta.

Purtroppo, dopo tutto quello che è successo ultimamente,  i cani sono diventati “UN PROBLEMA” non tutti condividono e capiscono il rapporto o relazione molto stretta e quasi filiale fra Flavio ed i suoi cani, molti pensano che ci si potrebbe sbarazzare dei cani e come dice Don Gianni: “NON INTENDIAMO SOSTITUIRCI AI FAMILIARI DI FLAVIO, MA DESIDERIAMO SOLO COLLABORARE DA PARTE NOSTRA, PER QUANTO CI SEMBRA IMPORTANTE E SIGNIFICATIVO PER FLAVIO, VISTO CHE LUI LO GRADISCE E CHE LO AIUTA A RIPRENDERSI …”.

Adesso un po’ di storia che non fa mai male…

Flavio ha conosciuto, nel corso della sua esistenza romana, una coppia, Antonella ed il marito, che sono diventati oltre che vicini di casa anche e sopratutto due grandi amici e devo qui ringraziare la Antonella ed il suo “sesto senso femminile” che l’hanno spinta a buttar giù una finestrella dell’abitazione di Flavio, trovare Flavio nelle condizioni che sappiamo e mi viene quasi da dire, in pratica salvarlo. Però vorrei aggiungere anche un grande “grazie” per aver salvato e protetto Nera e Pirro dalla probabile e assolutamente certa “messa in canile”, sempre molto problematica per animali che non sono mai stati ingabbiati, questo perché la Antonella, come del resto tanti altri, ama gli animali di sicuro ma anche perché ben sa cosa rappresentano per Flavio le “carezze” dei due cani ed ha voluto difendere questo diritto non solo dei cani ma anche di Flavio… Sei grande Antonella!

Grazie alla Antonella i cani sono stati “parcheggiati” da una signora che oltre tutto lo fa anche di mestiere, parlo della custodia e sorveglianza di cani e altri animali, spiegandole la situazione di Flavio e dei cani e della probabilità di tempi lunghi data l’importanza della degenza in ospedale per il ricupero definitivo di Flavio.

Purtroppo, debbo anche aggiungere, anche se la degenza di Flavio sembra in buona via di recupero totale, nessuno sa quando la stessa degenza sarà terminata, quando cioè Flavio potrebbe essere dimesso per farla più comprensibile,  ecco dove casca il morto appunto e mi spiego.

I cani stanno più che bene e Flavio ha notizie di loro in pratica giorno dopo giorno e alla domanda se fossero tristi, la Antonella ha risposto che stanno più che bene dove sono e che non ci sono problemi alcuni in merito.

La signora, proprietaria del canile specializzato, ha accettato di prendersi la briga di seguire e assistere Nera e Pirro fino alla fine della degenza di Flavio, ma è chiaro che questa permanenza dei cani in questa specie di rifugio non sia del tutto gratis, anzi… Questo canile, se così possiamo chiamarlo, collabora con varie altre associazioni e altri rifugi per animali, la sua mini struttura è composta, tra l’altro, da 5 casette per cani in un giardino recintato dove i cani corrono, giocano, saltano e alla sera vengono fatti rientrare in queste casette appunto, dotate di coperte e cuscini dove riposano e dove vengono nutriti, lavati, curati, dotati di collari antipulci, insomma, in parole povere, se ne occupano nella maniera migliore.

PERCHE NE PARLIAMO?

Antonella quindi sistema i cani senza porsi la domanda come affronterà le spese e poco dopo viene contattata da un amico di Flavio che per l’appunto si preoccupa dei cani e le dice di non preoccuparsi ci penserà lui con il suo gruppo di amici.

Il tempo passa e Antonella si trova proiettata nel gruppo ex-allievi salesiani su Messenger, non ha notizie di chi l’aveva contattata ed è convinta si tratti dello stesso gruppo, si stupisce un po’ del silenzio circa i cani, nessuno chiede come stanno o dove siano, quindi azzarda a scrivere in merito convinta che a quel punto si manifestino ma così non è, l’amico che l’aveva chiamata nulla ha a che vedere con gli ex-allievi, in effetti ha provveduto purtroppo versandoli alla persona… diciamo sbagliata e qui per privacy purtroppo ci scuserete se omettiamo dei dettagli.

Si mette in moto quindi la pattuglia ad hoc, BiceMarilù e Yasmine intervengono per i costi del mese di maggio ma riteniamo che forse sarebbe bello che questo “regalo” a Flavio lo facessero in molti di più… I gesti valgono più di mille parole! Quando non si parla in prima persona ma scrivendo, come in questo caso su Messenger, è facile che ci si possa capire anche poco, si rischia di ottenere il contrario di quanto si prospettava, girando intorno al problema.

Per tagliar la testa al toro da un lato e dall’altro dar certezze ad Antonella e alla signora, la Kikka (cioè la sottoscritta e quella che vi sta scrivendo…) propone al gruppo di allargar la cerchia, da poter essere coinvolti e sentirsi accomunati e anche partecipi al progetto, l’obiettivo è ormai diventato chiaro ai più. E grazie a questo primo slancio di generosità, siamo riusciti ad invogliare altre persone e sopratutto ex-allievi, per continuare a mantenere Nera e Pirro nelle condizioni migliori per poter “abbracciare” Flavio quando potrà finalmente lasciarsi la degenza dietro le spalle.

Ed è così che è decollato il progetto “diamo la zampa a Nera e Pirro”!!!

Non appena Flavio potrà recuperare i suoi cani, scoprirà anche che ci sono tanti zii e zie tra i suoi amici, che l’hanno fatto perché lo hanno voluto fare e poi non si lascia un ex-allievo senza i suoi cani, no kidding???

Nel frattempo Marilù si è organizza con Antonella per andar a trovare i cani e così conoscerli, stare con loro e giocarci, scattare delle foto da poter mostrare a Flavio per tranquillizzarlo, bellissimo risultato anche perché da questa visita è scaturita un’altra adozione: amici che si prestavano a portare ad Antonella i collari antipulci che lei è riuscita ad ottenere da un altro canile, si sono innamorati di una cagnolina simpatica simpatica, Bianca, e se la sono portata a casa! Altro grande motivo di soddisfazione per Flavio!

PASSIAMO AI FATTI?

Direi di sì! Chi ha voglia per amor di cane, amicizia per Flavio per SOLIDARIETA tout court, di cui tanto si parla, può diventar Zio o Zia di Nera e Pirro inviando il suo contributo la cui entità non è ciò che più conta.

Kikka ha messo a disposizione la sua PostePay Evolution con IBAN (vedere immagine qui sotto), chi la conosce sa come funziona per chi non la conoscesse invece:

  • Dall’Italia recarsi in un qualsiasi ufficio postale ed effettuare una ricarica nella motivazione potrà scrivere zio/zia Nera e Pirro
  • Dall’estero o da chi non ha voglia di andar in posta usando quindi l’Iban potrà effettuare un normale bonifico anche in questo caso la motivazione potrà essere Zio Zia Nera e Pirro

Kikka privatamente invierà a tutti gli zii e zie copia del saldo e copia della ricarica effettuata ad Antonella per amor di chiarezza e trasparenza. 

Per questi stessi motivi e per dar risposta a una domanda che potrebbe girar nella mente di qualcuno, cosa accadrà se Flavio venisse dimesso e il saldo fosse attivo? Si possono girare a Flavio che li userà sicuramente per i suoi cani ma forse sarebbe delicatamente più simpatico che, d’accordo con gli zii e le zie, si utilizzassero questi fondi rimasti, sempre tramite Antonella, per comprar delle cucce nuove (nessuno sa dove siano finite le loro) o per una scorta di pappe, per un rinnovo di vaccino… Insomma sempre per Nera e Pirro e sempre dopo veloce consultazione generale.

Non vi nascondo che a noi piace tanto! In questa avventura si è deciso di crear 2 pattuglie….come i “caramba”  : Kikka è affiancata da Bruna (Vicinanza) mentre Marilu è affiancata da Yasmine quindi le PostePay sono 2 e le due “pattuglie” saranno sempre in contatto, il salvadanaio in comune, e poichè Bice è stata tra le prime ad attivarsi la nominiamo “direttore del traffico”…

Non appena ci verrà inviata potremo postare anche la PostePay di Marilu.

Prima di dimenticarci una seconda volta (grazie Kikka) : il costo mensile per Nera e Pirro tutto compreso è di 200€, quindi un grazie ancora alla Signora ed Antonella per questa tariffa ridotta.

Se volete un qualsiasi chiarimento non esitate a contattare privatamente noi (Don Kikka Don Gianni Don Diego) o una delle due pattuglie! 

Don Kikka – Don Gianni – Don Diego


Cliccare sull’immagine per ingrandirla